Al momento stai visualizzando COSA SONO I GEMMODERIVATI

COSA SONO I GEMMODERIVATI

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:BLOG
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Cosa sono i gemmoderivati? I Gemmoderivati  sono prodotti a partire da tessuti vegetali giovani come gemme, giovani getti, giovani radici i cui composti presentano caratteristiche uniche. Questi tipi di tessuti sono molto ricchi di principi attivi come le auxine, le gibberelline, gli enzimi, gli acidi nucleici, gli ormoni vegetali che permangono solo in tracce nelle piante adulte. I Gemmoderivati sono contraddistinti da  un intenso ritmo di moltiplicazione cellulare e sono perciò detti embrionali. Si tratta di processi che portano alla trasformazione tanto di materia quanto di energia. Il Gemmoderivato può essere quindi considerato un concentrato di “energia vitale”  in grado di attivare alcuni processi biologici dell’organismo.

Il nome di MACERATI GLICERINATI deriva dal modo di preparazione dei Gemmoderivati: essi infatti vengono preparati  secondo la monografia “Preparazioni omeopatiche” riportata dalla Farmacopea francese.

Le parti di pianta fresca vengono macerate in una miscela di alcool e glicerina la cui quantità è calcolata in modo da ottenere un prodotto finale che corrisponde a 20 volte il peso della materia prima riportato allo stato secco. La diluizione è per tutti alla prima decimale hahnemaniana (1DH) ad eccezione del vischio che è alla prima centesimale hahnemaniana (1 CH). 1DH  significa che una parte del preparato di base viene diluito con  9 parti di una miscela contenente 50 parti in peso di glicerina, 30 parti di alcool e 20 di acqua.

A cosa servono i Gemmoderivati

I Gemmoderivati, oltre alle specifiche proprietà tipiche di ciascuna pianta, hanno in comune una notevole azione drenante, oltre a favorire l’aumento delle difese immunitarie. Associate o singolarmente, sono quindi degli ottimi depurativi e al tempo stesso svolgono azioni antinfiammatorie, antiallergiche, sedative e stimolatrici. Tutti i Gemmoterapici non presentano alcun tipo di tossicità, nè acuta nè cronica.

 

Come usare alcuni Macerati

M.G. BETULA PUBESCENS

Appartiene alla grande famiglia delle Betulacee dalla cui corteccia veniva estratto il tannino. Possiede proprietà tonico-stimolanti, diuretiche.

Parte utilizzata: gemme fresche

Habitat: lungo il corso dei torrenti, luoghi incolti, boschi dell’Europa, Russia occidentale, Asia minore centrale. Poco diffusa.

Indicazioni: stipsi, ipercolesterolemia, iperazotemia, iperuricemia.

Modalità d’uso: 40 gocce x 3 volte al giorno lontano dai pasti.

M.G. BETULA VERRUCOSA (GEMME)

La Betulla verrucosa, è un albero slanciato dalle foglie brillanti, picciolate e caduche. Il gemmoderivato possiede la proprietà di stimolare l’attività  del sistema reticolo-endoteliale, cioè nei processi infiammatori o infettivi.

Parte utilizzata: gemme

Habitat: terreni acidi, poveri e sassosi dell’Europa centro-settentrionale, Asia media e boreale e America settentrionale. Largamente coltivata nei parchi e giardini.

Indicazioni: antinfiammatoria, antinfettiva, stimolante tissutale (specialmente dell’osso).

Modalità d’uso: 30 gocce 3 volte al giorno lontano dai pasti.

M.G. BETULA VERRUCOSA (SEMI)

Il Gemmoderivato dei semi possiede proprietà tonico-stimolante generali ed in particolare è indicato per la stimolazione delle funzioni intellettive.

Parte utilizzata: semi

Habitat: terreni acidi, poveri e sassosi dell’Europa centro-settentrionale, Asia media e boreale e America settentrionale. Largamente coltivata nei parchi e giardini.

Indicazioni: affaticamento intellettuale, difficoltà di concentrazione e perdita della memoria.

Modalità d’uso: 30 gocce 3 volte al giorno prima dei pasti

M.G. BETULA VERRUCOSA (LINFA)

La linfa di betulla si raccoglie in primavera praticando dei fori sul tronco o nei rami ed inserendo un piccolo tubo per il drenaggio nei vasi di raccolta. Ha numerose proprietà terapeutiche di tipo diuretico, favorendo l’eliminazione dell’acido urico.

Parte utilizzata: linfa

Habitat: terreni acidi, poveri e sassosi dell’Europa centro-settentrionale, Asia media e boreale e America settentrionale. Largamente coltivata nei parchi e giardini.

Indicazioni: iperuricemia, gotta, ipercolesterolemia, litiasi urica, cellulite, reumatismo cronico.

Modalità d’uso: 30 gocce 3 volte al giorno lontano dei pasti

M.G. CASTANEA VESCA

Il Castagno è un albero massiccio, longevo, dal tronco spesso cavo.  Il gemmoderivato possiede proprietà drenanti sui vasi linfatici degli arti inferiori.

Parte utilizzata: gemme

Habitat: boschi collinari, terreni sabbiosi e granitici dell’Europa meridionale, Asia minore, Iran.

Indicazioni: edemi di origine linfatica, cellulite negli arti inferiori, senso di pesantezza agli arti inferiori.

Modalità d’uso: 40 gocce in poca acqua 2 volte al giorno lontano dai pasti.

M.G. CEDRUS LIBANI

Il Cedro del Libano è una conifera dalle dimensioni maestose. Il gemmoderivato possiede la proprietà di ridurre il tasso ematico di colesterolo e si dimostra un efficace rimedio dermatologico.

Parte utilizzata: gemme

Habitat: originaria delle montagne della Siria, Himalaia; catena dell’Atlante e isola di Cipro. Coltivata nei parchi europei.

Indicazioni: eczemi e dermatosi secche, dermatosi con prurito da cute secca, anidrosi.

Posologia: 50 gocce in poca acqua 2 volte al giorno lontano dai pasti principali.

M.G. FICUS CARICA

Il fico  è una pianta i cui frutti rappresentano uno dei primi alimenti delle civiltà mediterranee. Il gemmoderivato possiede la proprietà di regolarizzare la motilità e la secrezione gastrointestinale, antidistonica.

Parte utilizzata: gemme

Habitat: originario della regione mediterranea. Coltivata nelle zone calde.

Indicazioni: disfagia esofagea, gastriti, gastroduodeniti, ulcera gastroduodenale.

Polologia: 35 gocce in poca acqua 2 volte al giorno lontano dai pasti.

M.G. JUNIPERUS COMMUNIS

Il Ginepro è un arbusto o un piccolo albero sempreverde con foglie aghiformi e bacche autunnali, aromatiche di colore bruno. Il gemmoderivato è attivo nell’insufficienza epatica conclamata ed è in grado di equilibrare funzioni lipidiche, protidiche, glucidiche.

Parte utilizzata: giovani getti

Habitat: zone aride, boschi, luoghi incolti dal piano fino alle zone montane dell’Europa centrale, Asia settentrionale, America, Africa settentrionale.

Indicazioni: cirrosi epatica, epatite cronica, epatiti da farmaci e sostanze tossiche, diabete mellito, ipercolesterolemia, iperuricemia, insufficienza renale, calcolosi renale.

Posologia: 35 gocce in poca acqua 3 volte al giorno lontano dai pasti.

M.G. VACCINIUM VITIS IDAE (Mirtillo rosso)

Il Mirtillo è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee. E’ un piccolo arbusto alto da pochi a 50 cm. Le foglie sono ovali o ellittiche, hanno il margine dentellato. I fiori sono penduli e normalmente solitari. I frutti hanno l’aspetto di bacche, ma in realtà sono false bacche perché si originano oltre che dall’ovario, da sepali, petali, stami. Il gemmoderivato ha la proprietà di regolarizzare la funzionalità intestinale.

Parte utilizzata: giovani getti freschi.

Habitat: cresce nella zona montana e submontana. E’ frequente nelle Alpi, negli Appennini fino all’Abbruzzo; si trova nei boschi e nelle brughiere.

Indicazioni: antinfiammatorio per eccellenza, disturbi intestinali di stitichezza o diarrea, infiammazione delle vie urinarie.

Posologia: 50 gocce 2 volte al giorno in poca acqua lontano dai pasti.

M.G. RIBES NIGRUM

Il Ribes nero è un arbusto dalle bacche nere noto per la sua azione cortison-simile. Il gemmoderivato possiede proprietà antinfiammatorie, antireumatiche e diuretiche.

Parte utilizzata: gemme

Habitata: boschi, zone umide e ombrose delle aree montane dell’Europa, Asia centrale e settentrionale. Molto coltivata per i suoi frutti.

Indicazioni: allergie, asma allergico, rinite allergica, orticaria, sindromi febbrili influenzali.

Posologia: 50 gocce in poca acqua 2 volte al giorno al mattino e al primo pomeriggio.

M.G. ZEA MAIS

Il Granoturco conosciuto anche come Mais, è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Graminacee. Il Gemmoderivato ha proprietà riparatrici nei processi post-infartuali del miocardio, diuretiche, depurative, coleretiche e colagoghe.

Parte utilizzata: stigmi, giovani radici fresche.

Habitat: originario dell’America Centro meridionale cresce bene in zone con clima caldo e temperato.

Indicazioni: gli stigmi hanno un’azione diuretica, le giovani radici hanno attività cardiaca.

Posologia: 30 gocce 3 volte al giorno in poca acqua lontano dai pasti.

Lascia un commento